È da un po’ che non passo da queste parti. Sono un po’ troppe le cose che sto facendo contemporaneamente, la maggior parte della quali per altro – mi sembra – inutili. Alcune anche curiose, simpatiche. Per dire, non giocavo una partita a pallavolo da circa 28 anni. Non è una notiziona, lo so. Ma insomma. Passo poi molto tempo a programmare cose – anche queste inutili, mi sembra. Vediamo un po’. Potrei riprendere in mano lo zaino e, che ne so, farmi i corso dell’Isonzo dalla sorgente alla foce. Potrei scomparire per qualche giorno. Potrei mettermi a scrivere un romanzo. Potrei candidarmi alle primarie del PD. Potrei pensare ad un bel regalo alla persona che amo, così, senza un motivo particolare. Potrei mettermi a dieta, come si chiama quello, Dank, Dunkan? Sono soprattutto i dolci a fregarmi. Mah, troppe cose, davvero.

Annunci