La casa editrice Zandonai pubblica il romanzo L’educazione del giovane Tjaž, l’autore è lo sloveno carinziano Florjan Lipuš. Incidentalmente ne sono il traduttore. Non incidentalmente, la postfazione è un testo di Peter Handke, come dire, non uno qualsiasi, uno che per altro conosce l’autore e l’ha tradotto a sua volta, anni fa, in tedesco. Scrive Handke: “Credo che ogni libro abbia il suo tempo. È scritto anche nell’Antico Testamento: «Per tutto c’è il suo momento, un tempo per ogni cosa sotto cielo». I libri non sono mai da collocare nella sfera del ‘non-tempo’, per questo ci saranno sempre. Non c’è nulla di più affettuoso e sincero di un libro – naturalmente dipende quale. In ogni caso niente che riesca a scaldare di più il cuore.”

Annunci