(Preganziol 451)

È tempo di scaldarci
al grande fuoco dei padri
e di quei piccoli miseri scrittori
di parodie – l’intera città e provincia si scandalizzi
– sfreghiamoci le mani ché è cenere già spenta
mortificata dalle aspettative di giustizia

trovatelo il libro sta nascosto
tra le feci di vermi e le pulsazioni
delle arterie – un fumo che sa di sale
esce dalle bocche – corrotto e fiero.

Annunci