La storia è questa. E. monta sul bus della scuola (in Colombia, dove insegna, e dove ero stato, con lei, ad un incontro con gli alunni poco prima di Pasqua) che la deve riportare a casa. Si siede accanto ad un bambino di sette, otto anni. Questo bambino ha in mano un contenitore in vetro, con dentro della terra. Dalla terra si affaccia la testolina di un lombrico. Chi è, la tua mascotte? chiede E. Sì, risponde il bambino. Poi aggiunge: lui, il lombrico, vorrebbe cambiare casa. Cambiare casa? si sorprende E. Sì, vuole cambiare casa. Non era lei quella con quell’italiano che in classe ha letto la poesia ‘Cambiare
casa‘? Anche il lombrico vuole cambiare casa.

Annunci