“Hanno saputo combinare la politica, la matematica e la pedagogia. Sono stati sindaci delle città colombiane più importanti (Bogotà e Medellin) ed hanno concetti urbanistici simili, secondo i quali la convivenza cittadina e l’estinzione della violenza sono possibili” scrive Semana. Antanas Mockus e Sergio Fajardo hanno deciso di allearsi nella corsa al voto presidenziale in Colombia, al quale mancano una cinquantina di giorni. Una bella mossa. Resta da capire quanto vale l’accordo, secondo il quale Mockus, in caso di vittoria, sarebbe presidente, e Fajardo il suo vice. Secondo i sondaggi la somma in percentuale dei due non arriva al 20%, troppo poco per superare il primo turno. Ma uniti? E se magari si unisse qualche altro pretendente? Sull’altro fronte, quello della destra, resta favorito l’uribista Santos, che se la deve però vedere con la candidata del Partito conservatore Noemí Sanin. Si andrà al secondo turno: se passa Mockus può anche essere che…

Annunci