Otoniel Guevara, amico e poeta salvadoreño, fa circolare questo suo pensiero all’indomani della vittoria del Fronte Farabundo Martì per la liberazione nazionale alle elezioni presidenziali nel Salvador:
Ancora non riesco a realizzare quanto è successo. La sinistra, rappresentata politicamente dal FMLN e guidata Mauricio Funes ha appena vinto le elezioni presidenziali nella repubblica di El Salvador, il nostro Paese. L’unica cosa che riesco a focalizzare è un enorme impegno a cui ci troviamo di fronte, non tanto perché personalmente uno possa assumere una funzione in questo nuovo governo, quanto perché da sempre lottiamo perché sua reale questa possibilità che già nessuno ci può togliere.
In questa epica giornata il grande protagonista e trionfatore è solamente il valente, generoso e degno popolo di El Salvador. Non potete immaginare il mostro che abbiamo sconfitto. Un macchinario assolutamente retrogado, criminale e prepotente è stato vinto, sta al suolo. Tutta una storia di umiliazioni, rapine, crimini, corruzioni e mille altre cose di questo tipo sono giunte alla loro fine. Tre grandi figure risaltano in una lista di migliaia di martiri: Agustín Farabundo Martí, Monseñor Oscar Arnulfo Romero e Roque Dalton. Il mio sogno eterno è che non esista un salvadoreño che non conosca le gesta di questi tre uomini e quelle di altri mille e mille.
Voglio compartire con voi questa felicità, perché voi, in molte maniere, siete anche parte di questa storia. E perché vi devo anche un’infinita gratitudine per tutte le occasioni che ci hanno accompagnato con la vostra solidarietà e le vostre parole di appoggio.
Finalmente saremo padroni del nostro Paese e del nostro destino. La storia sta appena iniziando. Abbiamo bisogno mai come ora di tutto l’aiuto per non defraudare i nostri morti e ancora meno i nostri figli.
Scusate l’emozione. Però voi siete nostri amici e dovete sapere che El Salvador non sarà più lo stesso, perché noi non lo permetteremo.

Annunci