M. segnala una notizia sul Messaggero Veneto. La notizia in sé ha una sua rilevanza: l’assessore alla cultura della Regione Friuli Venezia Giulia fa fare un giro di 180 gradi a quella che era fino ad ora, grazie alla giunta precedente, quella di Illy, la funzione dell’Azienda speciale di Villa Manin di Passariano. Da centro di cultura contemporanea, di sperimentazione, di sguardo rivolto al futuro, a luogo di “manifestazioni di interesse culturale e sportivo”, per dirla in due parole. A capo della nuova struttura Enzo Cainero (zio dell’atleta olimpica), bocciato alle recenti elezioni comunali a Udine. Fin qui la notizia, ma il sito del quotidiano che la riporta concede anche la possibilità di commenti. E di chi è l’unico commento? Guardare per credere.

Annunci