Non so ancora se avrò tempo e voglia di svogliate letture estive, però. Mi sono fatto imprestare questo libro di un autore straordinario ma che ci mette troppo inchiostro per spiegare le sue pur eccitanti teorie, e allora, in attesa di fare un salto in biblioteca e punzecchiato dall’ultimo numero della rivista XL di Repubblica, tutta dedicata al buon fumetto, ho ripreso in mano e sto rileggendo questo libro, che se non altro mi riporta con la mente ai bei tempi in cui compravo “Frigidaire” senza capirci un granché, ma forse faceva figo e comunque dev’essere (anche) da quelle storie senza senso che poi ho preso spunto per iniziare a scrivere qualcosa di mio.

Annunci