Ho appena finito di leggere la straordinaria biografia di Pancho Villa scritta da Paco Ignacio Taibo II. Una lettura che consiglio vivamente, ma al di là di questo ho trovato, in quelle intense pagine, la conferma a due aspetti del mondo latinoamericano (dell’America di lingua spagnola) che ho potuto toccare anche con mano: la forte tendenza di quei popoli all’autodistruzione, al combattersi tra di loro, e, come conseguenza, il fatto che la vita, per loro (per molti di loro certo), valga meno di un bottone di camicia.
In ogni caso: “Viva Villa!”

Annunci