Oggi, sul Gazzettino, stessa pagina, due diversi modi di comprendere la pluralità culturale di questa regione.
Gianclaudio Bressa, deputato Pd: “Cercare di motivare le ragioni della specialità ponendo al centro la questione del plurilinguismo non solo è sbagliato, ma anche pericoloso. Il rischio è di aprire il vaso di Pandora delle ragioni fondanti il sistema della autonomie speciali senza sapere se sarà possibile richiuderlo.”
Ricccardo Illy, presidente della Regione Friuli Venezia Giulia: “Il Paese che ha il Pil più alto al mondo, la Svizzera, ha quattro lingue: italiano, francese, tedesco e romancio, che può essere assimilato al friulano. Pensa che siano così cretini da promuovere questa lingua inutilmente? L’utilità deriva dal fatto che la diversità linguistica e culturale costituisce un fattore di sviluppo: la creatività aumenta con la diversità.”

Annunci