Ho letto, nelle ultime settimane due libri. Questo e questo. Lo so, arrivo in ritardo, ma insomma. Leggendoli, ho spesso pensato a come siamo, a questa situazione politica, culturale, sociale e quant’altro che ci portiamo dietro, dentro, addosso. Putin, l’opposizione, l’esercito, i giornalisti fatti fuori, chiunque sia contro fatto fuori, magari non fisicamente, ma. E’ così lontano, tutto questo, da qui? E la camorra (sono passato vicino a Napoli, questa estate, ho annusato quell’aria) è un mondo a parte? Che cosa ha a che fare tutto questo con il fatto che domenica ci sono le primarie per il Partito democratico, una cosa che qui, tra gente che voterà sicuramente Partito democratico, fa venire un certo prurito, un sintomo di stanchezza, un filo di incazzatura? Non lo so, o forse sì, me lo dice ora una mia collega: “Ma vaff., qui ognuno si sta facendo gli affari suoi, e allora lo faccio anch’io.”

Annunci