Basse viaggiano le nuvole. Settembre. Cambiare città
non mi dice più nulla. Questa poesia è per Corinto.
Almeno quattro dipendenze. Almeno potessi cambiare Roma per Atene.
Se potessi. Verrà notte, e allora dimenticheremo. Fino ad allora
la televisione al posto del focolare, le cartoline digitali della violenza
invece dello stare in agguato dietro a bestie feroci, le poltrone invece dei sassi.

“Corinto”, Gregor Podlogar, poeta sloveno. Per augurarvi un buon fine settimana.

Annunci