Oggi è un altro giorno, soprattutto per Topolò. Il paese si svuota, se ne vanno gli artisti, restano la trentina di abitanti e qualche emigrante di ritorno. Bella edizione, questa, con qualche tensione che però è nella norma. Una bella sala d’aspetto, anche, con una bella sorpresa finale, il “Breviario iracheno” di Silvio Cumpeta, un signore monfalconese, signore nel vero senso della parola oltre che ottimo poeta.
E intanto è partito il Mittelfest. Dovrei scrivere dell’incontro con Isabelle Huppert, ma mi sembra accaduto mesi fa. Lo spettacolo nell’ex cementificio con lei protagonista, bellissimo come scenografia, è stato nel complesso deludente. E oggi tocca a me.

Annunci