Argomento fatuo, forse. Ma insomma, la consorte oggi ha ottenuto la sua sofferta, soffertissima patente. E io con lei, ovviamente, perché chi pensate sia stato, in questi ultimi tre mesi, il suo istruttore per eccellenza? Comunque. Notato questo: all’esaminatore non interessa un fico come sai parcheggiare (e a me, vent’anni e più, mi fece parcheggiare in retromarcia); ormai imperano ovunque le rotonde, e se non sai beccarle sei fregato; la mano sul volante, sempre, anche quando saluti con la mano; l’importante è stare tranquilli e sperare che all’esame l’esaminatore sia amico dell’istruttore, così mentre guidi loro parlano di quanti soldi devono alle mogli da cui hanno appena divorziato, e non si curano minimamente del fatto che hai quasi calpestato un pedone.

Annunci